I MIGLIORI GESTORI PATRIMONIALI IN ITALIA

5° Edizione 2023

Guerra in Europa, scarsita di energia, inflazione: il 2022 ha tenuto gli investitori con il fiato sospeso. Quasi tutte le asset class hanno subito forti pressioni. Anche per gli investitori professionali le condizioni sono state difficili e lo saranno ancora in vista di una possibile recessione. In tempi così burrascosi, molte persone facoltose si affidano ai gestori patrimoniali per far navigare il loro patrimonio in sicurezza attraverso le onde alte.

Ma quali sono i migliori gestori in Italia? Per individuare le eccellenze del settore, l’Istituto tedesco qualità e finanza ITQF e il suo Media Partner La Repubblica Affari & Finanza invitano banche, sgr, sim, boutiques e multi-family offices a prendere parte alla 5. edizione dello studio “I migliori gestori patrimoniali 2023“.

Partecipare è gratuito: bisogna compilare un questionario e comporre un portafoglio per un cliente tipo. Anche quest’anno ci dedichiamo al tema della sostenibilità con il concorso „l migliori gestori patrimoniali green 2023″ per il quale bisogna compilare un questionario sulla sostenibilità e proporre un portafoglio per un cliente che desidera investire in asset sostenibili.

I risultati saranno pubblicati su La Repubblica A&F e online su repubblica.it a gennaio 2023. I partecipanti che soddisfano i nostri requisiti di qualità possono ricevere il sigillo ufficiale „Migliori Gestori Patrimoniali (Green) 2023″ e una targa corrispondente.

Passo 1: Chi?

I partecipanti
Accettiamo le
autocandidature di
banche, sgr, sim ecc.

Passo 2: Come?

L’analisi
Un team di esperti valuterà
le proposte di investimento
in modo imparziale

Passo 3: Che cosa?

La lista
I gestori che supereranno il
test saranno presentati
su La Repubblica A&F

  1. Le Candidature

L’Istituto tedesco qualitá ITQF invita le aziende abilitate al servizio di gestione patrimoniale su base individuale a partecipare alla 5. edizione dello studio “I migliori gestori patrimoniali 2023” e “I migliori gestori patrimoniali Green 2023”. I candidati devono compilare i relativi questionari e proporre dei portafogli d’investimento per un cliente tipo (standard e sostenibile).

Preghiamo i gestori candidatesi di allegare tutti i documenti che un cliente reale riceverebbe come parte della proposta scritta d’investimento (es. l’allocazione in base alle valute, in base al rating degli asset ecc.; indicatori storici ed attesi di rischio e di rendimento ecc.).

2. La valutazione

Il nostro gruppo di esperti valuterà le proposte di investimento (a livello di singoli prodotti, incluso ISIN) in modo assolutamente imparziale e sulla base di metodi scientifici. I dati forniti saranno trattati in maniera estremamente confidenziale, aggregati e valutati in quattro categorie:

  • Organizzazione
  • Trasparenza
  • Qualità portafoglio
  • Orientamento verso il cliente

Vengono considerate ratio come la volatilità, value-at -risk, sensibilità ai tassi di interesse, rischio valuta e di liquidità nonché il rischio di perdita in scenari di stress.

Chi conduce il test? L’ITQF in collaborazione con l’Institut für Vermögensaufbau (“Istituto per la crescita del patrimonio”) di Monaco di Baviera. Sono due aziende tedesche indipendenti da qualsiasi istituto bancario che dal 2008 conducono annualmente diversi test di privat banking in Svizzera e Germania, considerati dal mercato dei benchmark altamente attendibili.

3.La classifica

Solo i gestori che superano il test saranno presentati in uno speciale su La Repubblica Affari & Finanza e online su www.repubblica.it a gennaio 2023. Tutte le aziende saranno notificate con largo anticipo. Coloro che faranno parte della prestigiosa lista dei “Migliori gestori patrimoniali 2023” o “Migliori gestori patrimoniali Green 2023” avranno la possibilità di richiedere il relativo sigillo di qualità dietro pagamento di una licenza. I partecipanti riceveranno un dettagliato report benchmark.

Contatti

Silvia Bellavia

Ufficio ITQF Monaco di Baviera
wealth@istituto-qualita.com
Tel: +49 89 9250 3611

Il nostro Media Partner